Punti di raccolta

Non tutti i rifiuti vengono raccolti con il sistema del porta a porta. Per il vetro, le pile esauste, i farmaci scaduti, gli ingombranti, i cosiddetti “durevoli” e altre varietà di rifiuti bisogna recarsi in specifici punti di raccolta.

Campane per il vetro

Sono di colore verde, si trovano in strada (sull'app Junker è possibile individuare sulla cartina della città quella più vicina all'utente) e sono destinate alla raccolta del vetro. 

Cosa inserire

Oggetti in vetro: bottiglie, contenitori per alimenti, vasetti, fiale, bottigliette e flaconi.

Buone pratiche

Gli oggetti devono essere vuoti, puliti e senza tappi di qualsiasi tipo (metallo, plastica, sughero). Non inserire nella campana la busta utilizzata per il trasporto ed evitare di depositare vicino alle campane buste con il vetro o, peggio ancora, altri tipi di rifiuti. Se la campana è piena o ci sono rifiuti intorno si può segnalarlo con l’app Junker a Salerno Pulita. 

I falsi amici del vetro

Ci sono oggetti che possono sembrare di vetro ma che hanno invece caratteristiche non compatibili con la raccolta differenziata. Ecco cosa non va assolutamente inserito nelle campane per il vetro:

  • Oggetti di cristallo (bicchieri, lampadari, centrotavola ecc.)
  • Bicchieri di vetro
  • Oggetti in ceramica e porcellana
  • Contenitori in vetroceramica (pirex, ecc.) 
  • Lampadine
  • Vetri di finestre, finestrini di auto, vetri di fari e fanali
  • Tubi al neon
  • Contenitori in vetro dei farmaci
  • Specchi
  • Tubi del televisore e schermi di TV, computer e monitor

Contenitori per i farmaci scaduti

I farmaci scaduti sono rifiuti pericolosi e devono essere conferiti negli appositi contenitori installati nei pressi delle farmacie comunali e private (l’app Junker, scaricabile gratuitamente, nella voce punti di raccolta mostra quella più vicina all’utente), oppure nei centri di raccolta di Fratte e Arechi.

Cosa inserire

Tutti i farmaci scaduti di provenienza domestica perché, essendo composti da principi attivi che possono alterare gli equilibri dell’ambiente, è necessario raccoglierli separatamente per smaltirli poi in modo corretto.

Buone pratiche

Al momento del conferimento separare la scatola e il foglio illustrativo allegato, che vanno gettati nella raccolta della carta. Non inserire nel contenitore siringhe e altri dispositivi taglienti o pungenti, quali lamette, cannule per flebo, bisturi monouso (che vanno nell’indifferenziata).

Contenitori per le pile esauste

Le pile scariche sono rifiuti pericolosi e devono essere conferite negli appositi contenitori dislocati presso le scuole, alcuni rivenditori e supermercati indicati nei “Punti di raccolta” dell’app Junker che si può scaricare gratuitamente. Le pile esauste possono essere conferite anche presso gli esercizi commerciali autorizzati alla vendita, che sono tenuti a ritirarle.

Cosa inserire

Pile a stilo (per torce, radio, ecc.), pile a bottone (per calcolatrici, orologi, chiavi elettroniche, ecc.) e le batterie al litio dei cellulari. Si tratta, infatti, di rifiuti pericolosi perché contengono metalli pesanti che possono inquinare l’ambiente e dunque vanno raccolte separatamente per poter essere poi smaltite in sicurezza.

Buone pratiche

Le batterie esauste di auto, moto e biciclette possono essere consegnate presso i rivenditori dove è stata acquistata la batteria nuova, oppure presso i centri di raccolta di Fratte e Arechi dove è possibile conferire anche le pile.

Centri di raccolta

I rifiuti durevoli e ingombranti devono essere conferiti presso i centri di raccolta di Fratte, invia Casa Greco, 1 (località Sciumariello) e Arechi in via Nicola Giacumbi. Nei centri di raccolta è possibile portare ogni altro genere di rifiuto, ad eccezione dell’organico e dell’indifferenziato.

Cosa conferire

Durevoli: R.A.E.E. (rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche), lampade al neon, elettrodomestici (frigoriferi, cucine, lavastoviglie, lavatrici, televisori, computer, stampanti, cellulari, tablet, ecc.).

Ingombranti: mobili, serramenti e arredi

Vernici, inchiostri, adesive, resine, batterie ed accumulatori, pneumatici fuori uso, toner per stampa esauriti, gas in contenitori a pressione (limitatamente ad estintori ed aerosol), olii vegetali, sfalci di potatura, tutti esclusivamente di provenienza domestica.

Rifiuti misti derivante dall’attività di costruzione e demolizione derivanti da piccoli interventi di riparazione eseguiti direttamente dal conduttore dell’immobile.

Accesso ai centri di raccolta

I soggetti autorizzati al conferimento gratuito di rifiuti presso i centri di raccolta Arechi  (Via Nicola Giacumbi, Tel. 089 2882036 ) e Fratte (Via Casa Greco 1  - località Sciumariello - Fratte Tel. 089 274660 ) sono i privati cittadini residenti a Salerno e anche i non residenti, purché iscritti al ruolo Tari del Comune di Salerno.
I centri di raccolta sono funzionanti nei giorni feriali, compreso il sabato, ed osservano i seguenti orari di apertura:
Dal 1° maggio al 31 ottobre, dalle ore 8 alle 19. Nei mesi di luglio e agosto il sabato solo dalle ore 7,30 alla 13,30.
Dal 1° novembre al 30 aprile dalle ore 9 alle ore 17.

Raccolta amianto

Salerno Pulita non si occupa della raccolta e dello smaltimento dell'amianto. Infatti i materiali che contengono amianto non sono rifiuti urbani e rientrano nella categoria dei rifiuti speciali pericolosi (sono in genere rifiuti delle operazioni di costruzione e demolizione in materiale contenente amianto). 

Il corretto svolgimento di tutte le fasi del processo di bonifica di questi materiali assicura che gli interventi avvengano nella massima sicurezza per gli operatori e i clienti (attività di messa in sicurezza, rimozione, raccolta, trasporto, conferimento e smaltimento finale di tutte le tipologie di amianto presenti nel territorio: coperture, tubazioni, serbatoi, caldaie, etc.). 

Per informazioni telefonare al Comune di Salerno al numero 089 66 38 10